“La messa a punto dell’arciere? Forse Massimo si è sbagliato, voleva dire dell’arco…!”.

Dite la verità, a qualcuno è venuto in mente questo pensiero!

E invece no, è proprio la messa a punto dell’arciere.

Tutti noi abbiamo avuto a che fare con la messa a punto del nostro arco, all’inizio l’ha fatta il nostro istruttore poi, man mano che diventavamo più esperti, abbiamo cominciato noi. Prima a misurare la distanza arco-corda ( Brace Height), poi ad individuare il Punto di Incocco, continuando col centraggio della freccia ( Center shot), controllando il bottone e così via fino alla scelta della freccia con lo spine, peso e lunghezza appropriati. Tutte cose giuste.

Purtroppo a volte dimentichiamo che per tirare con l’arco e fare centro, ci serve un altro elemento da mettere a punto, noi stessi, trovare i giusti rapporti tra i nostri muscoli, le articolazioni, i tendini e i legamenti. E queste parti, l’hardware, dovranno dialogare con il software, la nostra mente che guiderà le nostre azioni e tenterà, per quanto possibile, di tenere a bada i pensieri e le emozioni disturbanti a favore di quelli favorenti.

Mi permetterò di presentare questi argomenti con la speranza di suscitare un po’ di curiosità ed interesse. Non saranno trattazioni di medicina dello sport, né di tecnica di allenamento e di tiro, ma delle “Chiacchierate” su come siamo fatti, come funzioniamo, perché a volte abbiamo dei fastidi o dolori e come fare per risolverli o prevenirli.

Allora a presto, alla prossima settimana con la prima chiacchierata su quali sono le strutture interessate all’azione di tiro.

Dott. Massimo Giancola

Dottore Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione
Fisioterapista – Osteopata